“Il mondo avanza, ma l’uomo non avanza” riflessioni sulla violenza di ieri

Dopo la serata di ieri, che ha sancito l’eliminazione del Trabzonspor dall’Europa League per mano del Napoli e il passaggio del turno del Beşiktaş, ci troviamo nuovamente costretti a parlare di aggressioni, violenza e inciviltà.

Napoli_Trab-450x225Nell’articolo di ieri, infatti, vi abbiamo spiegato che quattro tifosi del Trabzonspor sono stati aggrediti da alcuni criminali (definizione scelta dal mio collega e che trovo appropriata) tifosi del Napoli. Non mi soffermerò in questo momento a parlare di quanto sia stupido, ingiusto ecc. un comportamento del genere, limitandomi a citare una frase che ho sentito qualche settimana fa in televisione: “è incredibile constatare come il mondo avanza, ma l’uomo non avanza con lui”; a dire queste parole era un ragazzo musulmano in seguito al famoso attentato di Parigi, situazione diversa, ma credo che la frase sia applicabile ad ogni caso di barbarie “piccola” o “grande” a cui siamo costretti ad assistere.

Quello che invece mi chiedo è come si possa prevenire un comportamento del genere. La risposta sembra facile: più controlli delle forze dell’ordine, ma credo che sia piuttosto riduttiva come soluzione. Ieri, infatti, abbiamo osservato un altro stadio molto caldo: il de Kuip del Feyenoord che, dopo i danni di una settimana fa, affrontava la Roma di Garcia. Fin da subito erano chiare due cose: uno, ai tifosi olandesi non stanno simpatici i romani, due i romani, dopo i danni causati alla città dai suddetti tifosi olandesi, non erano sicuramente molto più allegri.

Feyenoord-Roma-3Il rischio “vendetta” era alto e le autorità olandesi hanno pensato bene di piazzare forze dell’ordine ovunque, i controlli, inutile dirlo, sono stati severissimi con alcuni tifosi giallorossi che accusavano la polizia locale di averli trattati come animali. Risultato: tifosi romani a fatica dentro lo stadio e olandesi che tirano di tutto a Totti & co. Accendini, bicchieri e perfino una banana gonfiabile all’indirizzo di Gervinho. Citando Garcia a fine gara “Potevano aprire un negozio” solo con le cose scagliate in campo.

La UEFA adesso dovrà prendere provvedimenti al riguardo, ma nel frattempo numerose soluzioni sono state proposte nel web per arginare i comportamenti di Napoli e Rotterdam; una tessera del tifoso che valga per tutti i campionati in modo da avere sempre schedati tutti quelli che entrano allo stadio (come Passolig ma valida per tutto)? Multe ai club? Multe ai tifosi? Telecamere? Più polizia nello stadio? Partite a porte chiuse? Eliminazione dalla competizione anche in caso di passaggio del turno? Sembrano tutte belle idee sulla carta, ma ognuna ha i suoi problemi e io personalmente credo che bisognerebbe integrare alcune di queste proposte per offrire una soluzione efficace.

Va anche detto che gli stadi, ad eccezione di quelli inglesi e pochi altri al mondo, non aiutano; da un lato abbiamo il desiderio di costruire stadi nuovi senza barriere e all’avanguardia, dall’altro il problema di un pubblico incivile che sfrutta la mancanza di barriere per fare ciò che vuole. In Italia oltretutto siamo indietro anni luce per quanto riguarda le strutture, i controlli all’ingresso e l’ordine pubblico nei giorni della partita.

A questo punto lascio a voi il compito di pensare ad una o più soluzioni, questo editoriale voleva solo essere uno spunto di riflessione sul problema principale di questo bellissimo sport e, chissà, magari qualche idea sopra citata verrà presa in considerazione da qualche dirigente nelle stanze dei bottoni.

Rinnovo anche io il mio supporto per i due ragazzi di TrabzoNapoli, li ho intervistati personalmente e credo che la loro iniziativa sia una di quelle cose rare ma necessarie per risanare questo sport. Non mollate Alfio e Erkan!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...